Dolcedo-Lecchiore-Bellissimi: tra borghi, chiese e laghetti nel bosco

Immaginate di aprire una porta e di entrare dentro una piazza fatta di ciottoli bianchi e neri, e una chiesa del 1700 con i colori della Liguria: il rosa, il giallo e il verde. No, non state sognando! E’ proprio così che comincia questa bellissima avventura nell’entroterra ligure. Un giro ad anello tra Dolcedo, Lecchiore e Bellissimi, con una estensione ai meravigliosi laghetti nel bosco. Siete pronti a scoprirlo?

Dormire in un Dar a Tunisi tra storia, cultura e tradizioni

Avevo un sogno, quello di svegliarmi il giorno del mio compleanno in viaggio: aprire gli occhi, fare una colazione abbondante e tuffarmi nelle stradine di chissà quale città. Questo sogno l’ho esaudito in Tunisia. A dire il vero ho esaudito due sogni, perché era dai tempi del viaggio in Marocco che fantasticavo un soggiorno da Mille e una notte in un riad o in un dar. E così abbiamo soggiornato per tre giorni in un dar a Tunisi, perché dormire in un dar è un’esperienza da provare, un’opportunità unica per immergersi nella cultura locale e vivere a pieno la magia della medina.

Viaggio intorno al tè

Seduta davanti al pc, sorseggio la mia quarta tazza di tè della giornata e decido che è giunta l’ora di inaugurare la sezione dedicata al Cibo in viaggio partendo da una mia grande passione: il. Com’era il detto? Paese che vai, usanze del tè che trovi? In effetti, durante i miei viaggi ho scoperto mille modi per bere il tè: caldo, freddo, speziato, con l’aggiunta di erbe, fiori o essenze, in tazza, bicchiere di vetro o ciotola di ceramica e viaggiando ne ho anche comprato tanto. Il mio record? Una volta sono tornata a casa con ben 2 kg di tè nello zaino!

Dormire in yurta in Uzbekistan: quale scegliere?

Sei uno spirito nomade o cerchi di risvegliare la tua voglia di avventura? Dormire in una yurta nel deserto è un’esperienza da non perdere durante un viaggio in Uzbekistan! Gli accampamenti di yurte si trovano per lo più nella regione Karakalpakstan e vicino al lago Aidarkul. Ecco i miei consigli per scegliere lo Yurt Camp adatto al tuo viaggio.

Uzbekistan: una yurta, il deserto ed Ayaz-Qala

Avevo un sogno e l’ho realizzato: dormire in una yurta nel deserto dell’Uzbekistan. Ma il sogno si è condito di altre meraviglie come poter aprire la porticina della mia yurta e avere le rovine di Ayaz-Qala davanti agli occhi, scrutare un’orizzonte così lontano che sembra non avere fine e correre in mezzo alla steppa desolata fantasticando su quel tempo che fu.

The Book of Everything. A Visual Guide to Travel and the World

Mia mamma mi ha insegnato che sono due le cose che ci continuano a far crescere: Viaggiare e Leggere. Così questa mattina, mentre sorseggiavo una tazza del mio adorato tè buncha, mi sono detta: perchè non aprire una Rubrica dedicata ai libri di viaggio? Libri per sognare, libri per imparare, libri per scoprire nuove mete e viaggiare con la mente. Niente ci porta più lontano di un libro, quando non stiamo già viaggiando. I libri di viaggio possono cambiare il modo di esplorare il mondo. E a volte, hanno il potere di formarci e trasformarci quanto il viaggio stesso.

Street Art a Sofia: murales, graffiti e tanto colore

Sofia, la capitale che non ti aspetti: colorata, giovane e piena di creatività. Oggi andiamo alla scoperta della Street Art di Sofia, fatta di opere d’arte che colorano il suo centro storico strizzando un occhio al futuro.

Mi sono avvicinata alla street art (in italiano arte urbana o arte di strada) da poco tempo ma ne ho immediatamente subìto il fascino: spazi pubblici come tele su cui riversare il proprio estro creativo. Wow. Colorare e valorizzare aree dismesse o trascurate. Doppio wow. Quello che però non mi aspettavo era di scoprire tanta street art a Sofia, una delle capitali più antiche d’ Europa.

Sentiero del Pellegrino: una delle escursioni più belle della Riviera Ligure

Era da tanto che avevo voglia di fare una passeggiata nella natura e di scoprire qualche borgo ligure fuori dalla mia provincia. Facendo qualche ricerca ho trovato l’escursione perfetta: la traversata da Varigotti a Noli, in provincia di Savona, seguendo il Sentiero del Pellegrino.
Si tratta di una delle escursioni più belle della Riviera Ligure di Ponente, una vera e propria passeggiata “a mare, in altura”, dove si cammina sull’orlo di bellissime falesie, incontrando ruderi di chiese antiche immerse in una natura che lascia a bocca aperta per la sua bellezza. E’ un trekking perfetto in inverno o nelle mezze stagioni. Sono riuscita ad incuriosirvi? Allora si parte!