Menu

Piacere, Alice!

Ben arrivat*!
Questa sono io…

Figlia grandi viaggiatori che mi hanno insegnato ad essere una persona curiosa, aperta e ospitale. Il mio primo grande viaggio è stato l’India, ma non quella turistica, quella dei villaggi rurali del Tamil Nadu. Avevo solo 7 anni ed è stata un’esperienza così intensa che ne porto ancora i segni, nel cuore. Da allora viaggio perché sento la necessità di scoprire realtà diverse dalla mia, di provare a comprendere le cose sul posto, di conoscere le vite degli altri e di avvicinarmi con rispetto, entrando “in punta di piedi” come dovrebbe fare un buon ospite.

Più che a un viaggio in particolare, mi sento legata alle esperienze vissute durante i miei viaggi in tutto il mondo: ho dormito in una yurta nel deserto dell’Uzbekistan e fatto trekking nella giungla della Thailandia, risalito il corso del Mekong in Vietnam e attraversato il deserto del Marocco a dorso di cammello, celebrato la Pasqua ortodossa in Georgia e guidato uno scooter sgangherato a Bali, scalato il Kilimanjaro in Tanzania e campeggiato sulle Montagne Rocciose del Canada, fotografato centinaia di templi in Cambogia e raggiunto la cima del Monte Sinai in Egitto, mi sono paracadutata sopra i ghiacciai della Nuova Zelanda, ho nuotato in mezzo agli squali balena in Australia e infine mi sono ri-sposata in Laos (ma sempre con Luca!).

Ho chiamato “casa” Bologna, Modena e Sydney. Ora vivo e lavoro a Sanremo, la città dove sono nata. Adoro il tè, che compro ad ogni viaggio, e lo street food. Sono una buona forchetta e mi piace scoprire i sapori dei piatti tradizionali perché è anche attraverso il cibo che si può conoscere e apprezzare la storia e la cultura di un Paese.

Come viaggio

Cerco di viaggiare il più possibile nel rispetto dei luoghi che visito e delle persone e delle culture con cui vengo a contatto. Nella vita di tutti i giorni, cerco di limitare il mio impatto ambientale con piccole azioni green e lo stesso faccio in viaggio. Sono convinta che il cambiamento debba partire dal basso e che uniti si possa fare la differenza.

Cerco di essere una viaggiatrice responsabile e per me questo significa provare a mescolarmi il più possibile nella quotidianità locale. Per questo motivo:
– prima di partire mi informo sulla cultura, la storia e la geografia del Paese;
– cerco di supportare l’economia locale dormendo in piccole strutture ricettive a conduzione familiare, mangiando nei mercati, comprando nelle botteghe artigiane;
– mi comporto da “ospite”, provando a far sì che la mia presenza non sia invadente e mi vesto nel rispetto delle usanze locali;
– cerco di parlare la lingua del posto, imparando parole basilari che però mi aiutano ad entrare in contatto con la gente. Parlare la lingua dell’altro è molto spesso visto come un segno di rispetto e questo avvicina le persone e allora perché non provarci?!

Con chi viaggio

Ho viaggiato da sola, in compagnia di amici, in gruppo (con sconosciuti poi diventati amici) e negli ultimi anni quasi sempre insieme al mio compagno di avventure, che è anche mio marito.

“La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte”Omar Kayyam

Credo di aver detto tutto, ah no aspetta! Seguimi su Instagram per foto, video, consigli e le mie #piccoleguidedialice. E scrivimi, mi farebbe piacere conoscerti!

Alice


Vuoi saperne di più?

Ti racconto perché ho scelto questo nome e ti spiego le varie sezioni per navigare al meglio il blog.