Street Art a Sofia: murales, graffiti e tanto colore

Sofia, la capitale che non ti aspetti: colorata, giovane e piena di creatività. Oggi andiamo alla scoperta della Street Art di Sofia, fatta di opere d’arte che colorano il suo centro storico strizzando un occhio al futuro.

Mi sono avvicinata alla street art (in italiano arte urbana o arte di strada) da poco tempo ma ne ho immediatamente subìto il fascino: spazi pubblici come tele su cui riversare il proprio estro creativo. Wow. Colorare e valorizzare aree dismesse o trascurate. Doppio wow. Quello che però non mi aspettavo era di scoprire tanta street art a Sofia, una delle capitali più antiche d’ Europa.

La Street Art di Sofia

Poco prima di partire per la Bulgaria, durante una delle mie ricerche su cose alternative da fare a Sofia, mi sono imbattuta in un’immagine di un murales bellissimo. Mi sono segnata il nome dell’autore, Nasimo, decisa a scoprire di più sull’arte urbana della capitale bulgara. Ho anche trovato un gruppo di ragazzi che organizzano tour alla scoperta della street art di Sofia. Perfetto, mi sono detta. Arrivata in città vengo però a sapere che il tour è sospeso per alcuni giorni ma sulla loro pagina hanno lasciato degli indizi per una caccia al tesoro fai-da-te. Attivo subito Google Maps e via, si parte!

Il primo murales è sulla parete di una hamburgheria. Una ragazza vestita di giallo che secondo me somiglia tanto a Charlize Theron. In realtà non si tratta della famosa attrice ma di un personaggio dei sogni di Dimitar Mehandiyski, in arte Stern. Il giovane ventinovenne di Plovdiv è autore di molti dei murales che popolano il quartiere di Kapana, nella sua città natale. Un tempo zona degradata, oggi Kapana è diventata un centro artistico dedicato alle industrie creative e contemporanee. Questa interessante trasformazione merita un capitolo a parte, prometto che ve ne parlerò presto!

Ci sono immagini che lasciano il segno: suscitano un’emozione, a volte riportano alla luce un vecchio ricordo. Questo murales ne è un esempio, mi aveva colpito già a migliaia di km di distanza attraverso uno schermo e vederlo dal vivo è stato emozionante. Non a caso Nasimo, pseudonimo di Stanislav Trifonov, è uno degli artisti più apprezzati della street art in Bulgaria, conosciuto anche all’estero. Trovo questo suo murales di una delicatezza unica, dalla scelta del soggetto a quella dei colori. Lei stretta in quell’abbraccio, così forte e accogliente, sembra trovare un senso di pace, sostegno e amore.

Poco più avanti c’è un murales che fa parte del “Project: 100 Dream Trees” di MaryAnn Loo, detta anche PenguinGirl. Si tratta del sesto di 100 alberi che la giovane artista di Singapore dipingerà prendendo ispirazione da cento luoghi e comunità con cui entrerà in contatto durante i suoi viaggi. Qui si riconoscono molti edifici simbolo della capitale, come la cattedrale Aleksandr Nevskij, il monte Vitosha, le fontanelle di acqua termale, oltre a tanti buffi pinguini, inseparabili compagni di viaggio dell’artista.

Il giro termina con un murales di Bozko, nome d’arte di Bojidar Simeonov, uno degli artisti più iconici della scena bulgara. Con un background nel mondo dei graffiti, una laurea in pittura murale presso la National Art Academy di Sofia, e varie esperienze come fumettista, Bozko mescola tutte queste tre forme d’arte nei suoi lavori visibili non solo in Bulgaria, ma anche all’estero (Francia, Paesi Bassi, Belgio, Italia…). A Sofia ci sono diverse sue creazioni, molte delle quali ricoprono intere pareti di edifici. Quella che abbiamo visto noi si trova in fondo a un vecchio murales pubblicitario dei Chupa Chups.

Tour a piedi per scoprire la Street Art di Sofia

Tutti questi murales sono in pieno centro di Sofia e molto vicini tra loro, potete vederli spostandovi tranquillamente a piedi. Qui sotto vi allego la mappa.

Non solo murales e graffiti

Girovagando per il centro città è possibile imbattersi in altre creazioni di street art come, ad esempio, quelle che abbelliscono attraversamenti pedonali e cabine dell’energia elettrica. Tutti questi “attacchi d’arte” prendono forma durante il festival Sofia Breathes che si tiene ogni domenica di agosto, quando alcune zone della città vengono chiuse al traffico e gli artisti possono dare sfogo al loro estro. E’ un festival a tutto tondo che unisce arti visive e dello spettacolo, letteratura, ecologia, iniziative sportive, sociologiche ed educative. Un buon motivo per tornare a Sofia in estate e scoprire le nuove creazioni!

I murales a Sofia sono davvero tanti, anche in zone fuori dal centro che potete comodamente raggiungere con i mezzi pubblici (mooolto economici) o con un taxi. Questi lavori sono spesso commissionati dalla municipalità o realizzati durante eventi e festival per abbellire e valorizzare determinate aree cittadine. Non si tratta di vandalismo ma di opere d’arte a cielo aperto che spesso ridanno vita a palazzi segnati da un passato difficile. Il contrasto tra i segni di questo passato, così recente, e questa forma d’arte contemporanea, così viva e colorata, è sicuramente qualcosa di unico. Nella gallery qui sotto altri lavori di Nasimo e Bozko che meritano di essere visti!

Se passate qualche giorno a Sofia, il mio consiglio è di avventurarvi alla scoperta della sua street art. Potete farlo in autonomia, partendo dal centro e dagli indirizzi segnalati in questo articolo, oppure partecipando al Sofia Graffiti Tour, un tour gratuito organizzato da ragazzi giovani che non vedono l’ora di farvi scoprire una Sofia inedita e fuori dagli schemi. In entrambi i casi sono sicura che non ve ne pentirete! E poi fatemi sapere!

Sofia Graffiti Tour:
tour guidato alla scoperta della street art di Sofia

Se volete partecipare a un tour guidato, il Sofia Graffiti Tour è quello che fa per voi! Attivo ogni venerdì, sabato, domenica e lunedì, alle ore 15:00 (da Ottobre ad Aprile) e alle ore 18:00 (da Maggio a Settembre). Punto di ritrovo: la Statua di Sofia, sopra la stazione Metro Serdika. Il tour dura 2 ore ed è gratuito, ma le mance sono ben accette. Non c’è bisogno di prenotare, a meno che non si voglia organizzare un tour privato. Qui di seguito vi riporto i loro contatti.
Email: info@sofiagraffititour.com / Phone: +359 87 761 3992
Website: https://sofiagraffititour.com/
FB: https://www.facebook.com/sofiagraffititour

Spero che questo itinerario vi sia piaciuto e che le informazioni possano esservi utili per scoprire una Sofia inedita e alternativa. La capitale però non è l’unica città della Bulgaria con tanta street art. Anche Plovdiv, seconda città della Bulgaria per grandezza, ha una scena urbana molto interessante. Ve ne parlerò presto, promesso!

A voi piace l’arte urbana? Quali elementi vi colpiscono maggiormente?
Se volete farmi qualche domanda, sono a vostra disposizione! Lasciatemi un commento e se avete trovato utile l’articolo, salvatelo per dopo o condividetelo!

Questo articolo si è classificato al Primo posto nel contest “Best Travel Post” di travel365.it Grazie a tutti quelli che lo hanno letto e votato!

Alla prossima.

Peace & Travel,
Alice

Tutte le foto di questo articolo sono state scattate da me, ad eccezione della foto-copertina: nasimo.org e le quattro foto della gallery: Street Art Earth News.

8 thoughts on “Street Art a Sofia: murales, graffiti e tanto colore

  1. Molto interessante!
    Wow!
    Io amo la street art e ne vado a caccia in tutti i miei viaggi.
    Non sono mai stata in Bulgaria e questo articolo sarà la guida perfetta per la scoperta dei murales di Sofia.
    Doppio wow!

  2. Si Alice, sono d’accordo con te… quella lì è Charlize Theron! 😛
    Scherzi a parte, tra le tante cose da vedere a Sofia, sinceramente non sapevo che la street art avesse un posto così importante. Bellissima scoperta, grazie!
    E grazie per aver partecipato al Best Travel Post su Travel365, è stato un piacere trovarti nella classifica di Maggio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.